Continua la trattativa per il rinnovo del contratto della componente di diritto privato del SSN

Continua la trattativa per il rinnovo del contratto della componente di diritto privato del SSN

VIII Healthcare Summit de Il Sole 24 ore

giovedì 7 novembre 2019

«La componente di diritto privato del SSN sta seguendo un passaggio importante e delicato, che merita attenzione e che potrebbe sbloccare un contratto che non viene rinnovato da 12 anni». É il messaggio che Barbara Cittadini, Presidente Aiop, ha dato nel corso dell’VIII Healthcare Summit de IlSole 24 ore del 5 novembre, che ha affrontato, anche, alcuni dei temi caldi della Manovra per la sanità con la partecipazione dei principali protagonisti del settore. L’attenzione si è focalizzata sul ruolo delle tecnologie e dei modelli innovativi per gli acquisti nel SSN oltre che sul rinnovo dei CCNL delle lavoratrici e lavoratori, che operano nella componente di diritto privato del SSN.

Sono intervenuti il Viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, il Presidente nazionale Aiop, Barbara Cittadini, e, tra gli altri, Massimiliano Boggetti, Presidente Confindustria Dispositivi Medici, Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria e Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione Gimbe.
«In questi giorni abbiamo in corso un’ importante trattativa con il Ministero, che attiene le risorse umane che lavorano nelle strutture della componente di diritto privato del SSN. È necessario rinnovare il loro contratto, che è scaduto da 12 anni, e questa per noi è una priorità» ha dichiarato il Presidente nazionale Aiop nel suo intervento. 

«Abbiamo registrato la sensibilità del Ministro Speranza e la determinazione, in tal senso, del Presidente Bonaccini e della Conferenza delle Regioni, e questo ci fa ben sperare. Sappiamo che le risorse sono state stanziate; abbiamo avuto rassicurazioni che sarà modificato il DL 95/12, che blocca l’incremento economico alla componente di diritto privato del SSN e la Conferenza delle Regioni ha determinato la compartecipazione, in termini economici, delle Regioni al rinnovo del contratto.
È necessario chiarire alcuni aspetti per evitare difficolta nelle regioni, in termini di implementazione dei meccanismi applicativi e operativi. Stiamo lavorando sinergicamente a questo progetto e mi auguro per le lavoratrici e i lavoratori del SSN che sia la volta giusta
», ha concluso il Presidente Aiop.

In tal senso, è importante la posizione assunta dal Viceministro Sileri che ha dichiarato: «Le Regioni sono arrivate alla determinazione di farsi carico del 50% del costo del rinnovo contrattuale. Il Governo manterrà gli impegni assunti e Il CCNL fermo da 12 anni potrà così essere rinnovato».

Confermata, anche, l’apertura del Presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, che, in una lettera indirizzata al Ministro Speranza e ai Presidenti Aiop e Aris ha manifestato la disponibilità delle Regioni a farsi carico a partire dal 2020 del 50% dei costi del rinnovo contrattuale.

«Da parte nostra, siamo impegnati a proseguire in questo percorso di responsabilità condiviso tra Governo, Regioni, Sindacati e organizzazioni datoriali – ha concluso Barbara Cittadini – per raggiungere l’obiettivo comune di un aggiornamento contrattuale, che fornisca il doveroso riconoscimento alle lavoratrici e ai lavoratori e, al contempo, salvaguardi quegli equilibri aziendali, che sono il presupposto per il mantenimento dell’efficienza e della qualità dei servizi e delle prestazioni erogati ai cittadini».

 

Documenti

Rate this article:
No rating

Number of views (933)/Commenti (0)

Please login or register to post comments.

Name:
Email:
Subject:
Message:
x